BANCA DELLA TERRA LOMBARDA

Invito all’iscrizione dei terreni incolti e abbandonati nell’elenco della BANCA DELLA TERRA LOMBARDA.

Regione Lombardia, al fine di valorizzare il patrimonio agricolo – forestale, di promuovere i processi di ricomposizione e riordino fondiario, di recuperare ad uso produttivo le superfici agricole e forestali abbandonate, incolte o sottoutilizzate, incentivando l’agricoltura e anche il ricambio generazionale, nonché di favorire la salvaguardia del territorio, con Legge Regionale n. 30 del 26.11.2014, così come modificata dalla L.R. 22/2016 e ad integrazione della Legge Regionale n. 31 del 5.12.2008, ha istituito la “Banca della Terra Lombarda”.
La “Banca della Terra Lombarda” consiste in un inventario pubblico, completo e aggiornato, dell’offerta dei terreni incolti di proprietà pubblica e privata disponibili (dichiarati tali dai proprietari o dagli aventi diritto) per la temporanea assegnazione ai soggetti che ne fanno richiesta (tramite operazioni di affitto o di concessione).

Regione Lombardia provvede all’assegnazione temporanea dei beni inseriti nella Banca dichiarati disponibili, nel rispetto della normativa vigente. Il provvedimento di assegnazione specifica le condizioni necessarie per la conservazione del patrimonio agricolo-forestale e prevede, in particolare, l’uso per il quale il bene viene concesso, la durata dell’assegnazione e l’ammontare del canone che deve essere corrisposto dall’assegnatario. Gli oneri tributari e fiscali relativi ai beni in concessione gravano sul concessionario. Si considerano incolti e o abbandonati (comma 2 dell’art. 31 quinquies L.R. 31/2008, introdotto dall’art. 1 della L.R. 30/2014):

·         I terreni agricoli superiori a 50 mq. che non siano stati destinati ad uso produttivo da almeno due anni, a esclusione dei terreni oggetto di impegni derivanti dalla normativa europea e di quelli espressamente indicati dalla normativa vigente;

·         I terreni già destinati a colture agricole e a pascolo in cui si sono insediate formazioni arbustive ed arboree spontanee tenuto conto di quanto disposto dagli art. 42 e 43 della L.R. 05/12/2008 n. 31.

Si invitano tutti proprietari di terreni incolti o abbandonati,  qualora interessati a mettere a disposizione i propri terreni per la rimessa a coltura, a presentare la  manifestazione di disponibilità all’iscrizione alla Banca della Terra Lombarda  all’Amministrazione Comunale, utilizzando l’apposito il modulo allegato entro il 16 febbraio 2017 per consentire al Comune di adempiere a quanto previsto dalla normativa regionale.
Si precisa che la  manifestazione di disponibilità potrà essere presentata anche successivamente alla data sopra indicata in quanto il procedimento di iscrizione alla Banca della terra Lombarda è sempre aperto.
La manifestazione di disponibilità dovrà essere prodotta:

·       in due copie cartacee, sottoscritte in originale da tutti i proprietari/aventi diritto, corredate dalle fotocopie dei documenti di identità dei firmatari, da consegnare all’ufficio protocollo nei giorni di apertura al pubblico o tramite servizio postale;

·       in alternativa, la stessa potrà essere scansionata, unitamente alle copie delle carte di identità dei firmatari, potrà essere trasmessa telematicamente:

– via PEC all’indirizzo:     comune@garbagnate-milanese.legalmail.it ;

–  via mail all’indirizzo:     protocollo@comune.garbagnate-milanese.mi.it

–  via fax al numero:        02.995.25.15

Per informazioni e/o chiarimenti gli interessati, possono rivolgersi all’ufficio Servizio Urbanistica e Ambiente telefonando ai numeri: 02.990.73.252/251/268 o scrivendo all’indirizzo mail: pgt@comune.garbagnate-milanese.mi.it.

 

PER MAGGIORI RIFERIMENTI: